Benedetta Dragoni e Made in B., il brand che si fa social

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni, classe ’89, nata a Sarzana e genovese di adozione, è una delle blogger più seguite del momento. Il suo punto di forza? La capacità di interpretare le esigenze delle fashion addicted e trasformarle in capi personalizzati, originali ed estrosi. Destrutturare al fine di partorire creazioni uniche, singolari, e di certo non ordinarie, è la mission di Made in B., il brand fondato dalla dolcissima Benedetta Dragoni che continua a spopolare sui social e di cui la stessa blogger oggi ci parla.

Benedetta Dragoni

Alice Colombo Perrella e Lucia Peraldo Matton in Made in B.

26 anni, laureata in Economia Aziendale all’università di Genova ed un grande interesse per il mondo della moda. Come e quando nasce questa passione?
Tutto è nato per gioco.
Nel 2014, durante gli studi universitari (mi sono laureata in Economia all’università di Genova a settembre 2015), ho iniziato a personalizzare delle semplici t-shirt, che ho poi proposto in internet, attraverso i “social”, nella speranza che qualcuno le notasse.
L’idea, da studentessa, era quella di raggranellare qualche decina di euro. Le magliette sono piaciute (quando le guardo ora un po’ mi vergogno) e così ho continuato, cercando di migliorarmi. Sono così passata dalle t-shirt, alle felpe, alle prime gonnelline, ai vestitini, a sciarpe, pantaloni e ad alcuni cappottini.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

La peculiarità degli outfit che ogni giorno proponi è che sono abiti handmade, ovvero creati e personalizzati da te. Dove hai imparato la cosiddetta arte del cucito?
La maggior parte degli outfit che propongo sono Made in B. Inizialmente facevo di persona alcune delle cose più semplici, poi ho dovuto rivolgermi ad un laboratorio ed io mi occupo del prodotto e dell’ambito commerciale. Oggi ho affiancato una linea di prodotti che seleziono e propongo, tramite il sito di Made in B, alle mie clienti per poter presentare un’offerta più ampia. Naturalmente evidenzio sempre se è un prodotto creato in esclusiva o selezionato.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Su Instagram sei sicuramente tra le blogger più seguite. Come e quando è iniziata questa esperienza?
Inizialmente Instragram era, come per tante ragazze, utilizzato per socializzare e per conoscere altre persone. Poi con l’avvio dell’attività di Made in B è diventato la vetrina delle mie creazioni e degli outfit che presento (non solo ciò che commercializzo). I social (instagram e facebook) sono divenuti il motore della mia crescita. Oggi su Instagram ho oltre 65.000 seguaci.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Presto la tua determinazione porta alla nascita di Made in B., il tuo shoponline dove le fashion addicted possono acquistare le tue meravigliose creazioni. Come si è sviluppata questa idea e soprattutto chi ti ha supportato nella sua realizzazione?
L’idea si è sviluppata “da sola” con la crescita di ciò che era un gioco. Quando lo scorso settembre mi sono laureata ho dovuto decidere se entrare nel mondo del lavoro o continuare con Made in B, che mi stava già dando delle prime belle soddisfazioni. E’ stata una decisione rapida: continuo a fare ciò che mi appartiene e che mi piace, cioè Made in B. Ho realizzato un vero e proprio sito di e-commerce ed ho così strutturato una piccola azienda. I social restano ancora molto importanti, perché il contatto con le mie clienti ed amiche avviene ancora lì, ma poi gli acquisti si formalizzano attraverso il sito ufficiale www.madeinb.net/. Nell’avvio dell’attività ho avuto e continuo ad avere un aiuto da parte dei miei genitori e del mio ragazzo.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

A cosa ti ispiri per far si che i tuoi capi siano sempre unici ed inimitabili?
Cerco sempre di ispirarmi al buon gusto, seguo l’andamento della moda e degli stili, ma mi piace rappresentare ragazze normali, quelle che incontriamo per la strada ogni giorno, come mi sento. Mi piace poter essere presente durante le scelte delle mie clienti, alle quali chiedo sempre di contattarmi. Obiettivo: cercare di dare ciò che effettivamente vogliono e si aspettano dal loro acquisto.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Se ti chiedessero qual è la creazione che più ti rappresenta?
Certamente la gonna in tulle.
Gonna che presento in tante varianti di lunghezza e di colore, con taglio più semplice o più elegante. Tutto sempre personalizzabile.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Sono moltissime le ragazze che su Instagram ti seguono e che indossano le tue creazioni. Ma qual è il capo più gettonato?
Ancora devo dire la gonna in tulle. Penso che le ragazze che la indossano si sentano un pochino principesse.

Benedetta Dragoni

Benedetta Dragoni

Sogni nel cassetto e progetti futuri?
Cercare di crescere, passo dopo passo, ascoltando le mie clienti. Spesso penso all’apertura di un negozio fisico, ma devo ancora maturare bene questa opzione, che lega tradizionalmente al territorio. Oggi le mie clienti mi seguono da tutte le regioni di Italia e qualcuna anche dall’estero.

 

Articolo di Annabella Muraca

 

Ti potrebbe interessare anche...